il cielo delle nuvole alte
e senza luce
richiama l’attenzione
sulla nostra pelle muta 

ritenteremo il percorso dall’origine
ritenteremo il percorso
dalle nostre anime meravigliate
(un’ombra non può metterci
le mani al collo) 

vivremo come eroi
nel blu nel rosso
nel furore dell’aria
nella calma dell’acqua 

restituiremo il profumo
ai fiori il canto agli uccelli
e la libertà tornerà a scorrere
come un fiume impetuoso
nella nostra carne divina:
un bacio sull’occhio
sarà il mio segno
un bacio sull’occhio
sarà il tuo segno 


Cosimo Lopalco

La città che non esiste, Robin Edizioni, Torino 2019

Foto: credit Carla Babini