L’emigrânt 

Una zitê ch’la n’fnes mai…
U i ven ‘na streta a e’ côr.
E’ bév de’ su paés l’utma buchê
e pu e’ fes-cia, e’ fes-cia par no pinsê. 

L’emigrante 

Una città che non finisce mai …
Gli viene una stretta al cuore.
Beve del suo paese l’ultima boccata
poi fischia, fischia per non pensare. 

Nevio Spadoni

L’emigrânt in Poesie (1985 – 2017) Cesena, Società Editrice “Il Ponte Vecchio, 2017


Per la foto: credit Carla Babini (ANSELM KIEFER Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po' di luce, Palazzo Ducale Venezia, dettaglio)