il mare va il mare torna
nel buio ci si conosce
ho un papavero che splende
al sole di un mese inopportuno
le rondini compiono il viaggio
due volte al giorno
come le formiche
si avvicinano alla sorgente
parlano di unirsi contro
il tordo aspetta calmo
la lumaca fa finta
noi siamo noi
aspettiamo la notte
aspettiamo il giorno
la volpe ritorna sui suoi passi
si guarda fuori e non si vede
si domanda e nessuno risponde
le nostre lune si tengono per mano ho nel taschino la risposta a tutto il timore di perdere il vento
mi fa tenere la mano sul cappello ho la forza e la rabbia
mi manca
quello che non ho
è molto se lo si considera 


Cosimo Lopalco 

La città che non esiste, Robin Edizioni, Torino 2019